Novità Fiat 2019: tutti i modelli e le nuove uscite

Novità Fiat 2019: ecco i modelli che stanno arrivando sul mercato.

Quando si parla di Fiat l’argomento scalda sempre il cuore degli automobilisti. La Casa torinese, ormai parte del Gruppo FCA, continua a rimanere leader nel mercato italiano grazie a successi commerciali come la Panda e la Punto, ma i sostenitori del marchio invocano a gran voce l’arrivo delle novità Fiat 2019 che possano raccogliere il testimone da vetture che sentono, inevitabilmente, il peso degli anni.

Vediamo quindi quali sono i nuovi modelli Fiat 2019, quelli più attesi, del nuovo anno.

INDICE
 Fiat Panda 2019
 Fiat 500 2019
 Fiat 500X 2019
 Fiat 124 Abarth 2019
 Fiat Punto / Fiat Argo
 Nuova Fiat Tipo
 Auto ibride Fiat
 Fiat elettrica

Fiat Panda 2019

Altro bestseller della FCA è la Fiat Panda nuova. La citycar, giunta alla terza generazione, è presente sul mercato dal lontano 2012 ma inizia ormai a sentire il peso degli anni.

La nuova Fiat Panda dovrebbe debuttare sui mercati nel 2020 e si proporrà come una vettura globale con uno stile totalmente distante dalle sue antenate.

Anche in questo caso sul web sono circolati render che nulla hanno di ufficiale ma lasciano intendere che la quarta generazione della citycar adotterà un design più squadrato, fatto di tagli netti e richiami alle vetture già presenti nei mercati sudamericani.

É ancora presto per dire se questa scelta potrà piacere agli automobilisti europei, ma se dovesse essere confermata si rischierebbe di gettare alle ortiche decenni di linee essenziali e gradevoli.

Fiat 500 2019

Uno dei maggiori successi commerciali per la Casa torinese è la nuova Fiat 500. La citycar che ha conquistato il mercato con le sue dimensioni compatte e lo stile vintage è in vendita ormai dal 2007 ed ha già affrontato un restyling di metà carriera che ne ha rinfrescato l’aspetto, senza stravolgerne l’anima.

Non si sa ancora nulla di definitivo circa il nuovo modello, ma nei mesi scorsi sono circolati in rete alcuni rendering che hanno ipotizzato una vettura dallo stile più slanciato, sempre con un richiamo fermo alla antenata, e fari dal design ovale e a led.

La novità principale, sempre secondo le indiscrezioni, dovrebbe riguardare il definitivo abbandono al motore diesel a favore di propulsori benzina e ibridi.

Fiat 500X 2019

Tra le novità Fiat 2019 merita senza dubbio una menzione speciale la Fiat 500X 2019. Il crossover della Casa torinese, che condivide la piattaforma con la Jeep Renegade, si è da poco mostrato al mondo nel suo restyling.

Le linee della nuova Fiat 500X non sono state stravolte. I fari e gli interni hanno subìto un aggiornamento estetico che ha donato una nuova gioventù alla vettura, mentre la vera rivoluzione ha riguardato la gamma motori disponibile.

Il nuovo disegno dei fari anteriori richiama due semicerchi e riprende il logo moderno della 500, mentre al posteriore è stato ripreso il design della più piccola 500 con elementi vuoti al centro.

Risultati immagini per 500 x my2019

Gli interni presentano un cruscotto con grafiche aggiornate per il tachimetro e il contagiri, mentre al centro della plancia è presente il monitor da 7 pollici dell’infotainment Uconnect dotato di supporto per CarPlay e Android Auto.

La gamma motori spicca per i nuovi 3 e 4 cilindri turbo benzina della famiglia FireFly disponibili nelle versioni 1.0 da 120 cv oppure 1.3 declinato nelle due potenze da 150 o 180 cv. Tra i diesel troviamo il 1.6 da 120 cv ed il 2.0 da 140 o 170 cv.

Interessanti i sistemi di assistenza alla guida previsti di serie: il Traffic sign recognition, che riconosce i limiti di velocità, lo Speed advisor, che consente di adattare con un click la propria velocità ai limiti stradali, ed il Lane Assist che consente il mantenimento automatico della corsia.

fiat 500x usate

Fiat 124 Abarth 2019

Tra i nuovi modelli Fiat 2019 è circolata in rete nei mesi scorsi la Fiat 124 Abarth 2019.

La Casa italiana ha diffuso alcuni teaser dove si intravedono pochi dettagli che hanno fatto aumentare a dismisura la curiosità degli affezionati del marchio.

A colpire è stato il sound del motore, segno che il 1.4 Multiair Turbo adottato sulla generazione attuale verrà proposto in una versione che dovrebbe superare l’attuale potenza di 160 cavalli.

Fiat Punto / Fiat Argo

Il piano industriale annunciato a giugno di quest’anno ha messo la parola fine ad una vettura che ha fatto la storia della Casa torinese, la Fiat Punto. L’attuale vettura è arrivata sul mercato nel lontano 2005 con il nome di Grande Punto, dato che in Casa Fiat si era deciso di mantenere ancora nei listini la precedente seconda generazione ad un prezzo inferiore rispetto al nuovo modello.

L’utilitaria del segmento B non avrà un erede e gli appassionati del marchio italiano sono rimasti sgomenti di fronte a questa notizia.

Nei mesi passati era circolata la voce che il management di FCA volesse sostituire la Fiat Punto con la Fiat Argo, vettura compatta lunga 4 metri e già in vendita sul mercato brasiliano.

La Fiat Argo presenta un frontale che si ispira palesemente alla Tipo ed una fiancata dove spiccano tagli netti e linee affilate. Anche gli interni si fanno notare per gli accostamenti cromatici interessanti ed un infotainment moderno.

Risultati immagini per fiat argo

Purtroppo, chi sperava nella Fiat Argo quale sostituta della Fiat Punto, resterà deluso. La storica utilitaria italiana uscirà dalla produzione definitivamente.

Nuova Fiat Tipo

In casa Fiat è arrivata la nuova gamma della Fiat Tipo che si declina in tre versioni: 4 porte, 5 porte e Station Wagon e quattro allestimentiStreet, Mirror e le nuove S-Design e Sport, capaci di soddisfare un pubblico eterogeneo per età, gusti estetici ed esigenze di mobilità. In particolare, fanno il loro esordio le nuove versioni S-Design e Sport dedicate a un cliente giovane e dinamico che in una vettura ricerca personalità spiccata e carattere sportivo. Le due nuove versioni completano la gamma che già annovera le versioni Mirror e Street, la prima destinata alle famiglie più attente alla connettività, mentre la seconda ideale per i giovani che non vogliono rinunciare a uno stile accattivante e allo spazio e al comfort tipici della famiglia Tipo.

Risultati immagini per Nuova Fiat Tipo 2019

Se state cercando una Fiat Tipo usata, qui potete trovare le migliori offerte a partire da 9.000 euro. 

Auto Ibride Fiat

Entro il 2021, Fiat ha annunciato almeno 28 modelli di auto green e ora sta iniziando gli annunci dei vari modelli. Dopo la Fiat Panda ibrida, sembra che sia arrivato anche il momento della Fiat 500X ibrida e anche della 500L ibrida. Vediamo qui di seguito le prossime uscite delle auto ibride Fiat: 

Fiat 500X ibrida

A Maggio all’esposizione modenese potrebbe arrivare la nuova Fiat 500X ibrida, con un motore ibrido plug-in. La notizia è ancora da confermare, ma i tempi potrebbero essere maturi. La nuova Fiat 500X PHEV potrebbe debuttare con un propulsore nuovo e potente, una velocità massima che potrebbe toccare o superare di poco i 210 km/h e uno 0-100 in meno di 8 secondi.

Fiat Panda ibrida

Per la Fiat Panda ibrida non è previsto, come nel caso della Fiat 500X, un motore ibrido plug-in, ma piuttosto un ibrido leggero, o mild-hybrid.

Dal punto di vista tecnico, la soluzione mild hybrid non consente il funzionamento in sola modalità elettrica, ma garantisce l’assistenza del motore elettrico a quello termico. Da fermo, i due motori si spengono in automatico sia per risparmiare carburante e dunque costi e sia per ridurre le emissioni di gas di scarico.

Fiat elettrica: la 500E

La Fiat 500 E è la versione elettrica dell’utilitaria tra le più vendute non solo in Italia, la cui uscita è prevista per il 2020. Il primo ad annunciare la novità era stato Sergio Marchionne lo scorso 1° giugno, e ora il nuovo CEO del gruppo FCA Mike Manley ha confermato che dal 2019 partirà la produzione nello stabilimento di Mirafiori.

Il motore elettrico con il relativo pacco batterie comporterà ingombri e pesi diversi, quindi la prima novità sarà una nuova piattaforma pensata appositamente per i veicoli elettrici di FCA di segmento A.

Le linee saranno le stesse, con qualche dettaglio estetico in più e negli interni, dal momento che scompare il cambio manuale e il cruscotto darà informazioni sull’autonomia residua. Nessuna indicazione finora sulle qualità tecniche, appunto in tema di autonomia e in generale sul motore.

Novità Lancia Y 2019

Per quel che riguarda le novità Lancia Y 2019 non è attesa alcuna nuova generazione della vettura che ha riscontrato un buon successo commerciale nel corso degli anni. Mentre le maggiori innovazioni dovrebbero riguardare l’abitacolo che vedrà l’adozione del sistema multimediale U-connect, compatibile con Android Auto ed Apple Car Play.

INIZIA CON VITTORIA A MONTECARLO STAGIONE 2019 ABARTH 124 RALLY

Ha preso il via con un perentorio successo nella Coppa FIA R-GT dell’Abarth 124 rally degli italiani Enrico Brazzoli e Manuel Fenoli nel Rallye di Montecarlo la stagione agonistica 2019 di Abarth. L’Abarth 124 rally ha così ribadito il ruolo di regina tra le gran turismo in questa specialità, essendosi aggiudicata nel 2018 con i francesi Raphael Astier e Frédéric Vauclare quello che si può considerare il mondiale di questa categoria. Anche quest’anno il Rallye di Montecarlo ha mantenuto fede alla sua fama di gara difficile, con i piloti che hanno scelto pneumatici invernali chiodati per affrontare la maggior parte dei tratti cronometrati. Solo nell’ultima tappa, quella con i due passaggi sul celebre Col de Turini, è stato possibile utilizzare coperture da asfalto asciutto.
Le mille insidie del Rallye di Montecarlo 2019 non hanno messo in difficoltà né l’equipaggio né tantomeno la vettura, che ha dominato la categoria dall’inizio alla fine. Nella prima tappa Brazzoli ha tenuto un buon ritmo, che gli ha permesso di staccare di parecchio gli avversari. Poi ha continuato la corsa guidando in sicurezza nei numerosi tratti ghiacciati, con l’intento di prendere confidenza con l’Abarth 124 rally, che portava in gara per la prima volta. Qualche piccolo errore non ha avuto conseguenza sul risultato, che permette al pilota italiano di guardare con fiducia alle prossime gare della stagione. “Siamo molto emozionati – ha detto Brazzoli all’arrivo – è stato un grandissimo risultato: abbiamo organizzato questo programma all’ultimo con Bernini e l’Abarth e sono orgoglioso di avere portato a termine questa prima gara. Chilometro dopo chilometro abbiamo cercato di prendere il giusto feeling con la vettura. L’Abarth 124 rally è divertente e va molto forte. Le prove speciali del Rallye di Montecarlo sono sempre difficili, ma siamo riusciti ad arrivare fino a Monaco senza problemi”. Brazzoli prosegue la sua stagione disputando alla fine del mese di marzo il Rallye Tour de Corse,  seconda prova della Coppa FIA R.GT. L’Abarth 124 rally punta in alto e, in questa stagione l’Abarth  organizza un campionato monomarca che si disputa nell’ambito di sei prestigiosi appuntamenti del Campionato Europeo (il primo in Spagna il 3 maggio), con una serie di iniziative che agevolano i piloti che scelgono la competitiva spider dello Scorpione. L’Abarth 124 rally Model Year 2019 presenta diverse migliorie tecniche che ne accentuano la competitività e la maneggevolezza, frutto di un meticoloso lavoro di sviluppo effettuato dal pilota-collaudatore Alex Fiorio. I tecnici sono intervenuti su tutte principali componenti: motore, cambio, assetto, freni, sospensioni ottenendo prestazioni decisamente migliori, grazie a una maggiore facilità di guida. In questo modo l’Abarth 124 rally vuole consolidare la sua fama di regina delle gran turismo nei rally, riportando spettacolo in questa affascinante specialità.

Fonte: www.italpress.com

Abarth 124 rally, pronta per la stagione 2019 per difendere il titolo

La spider dello Scorpione chiude il 2018 con oltre 40 vittorie di categoria e si appresta ad affrontare le prossime sfide con ancora più grinta

Anno nuovo, nuove sfide. Dopo una stagione ricca di successi, con oltre 40 vittorie di categoria, l’Abarth 124 rally si prepara ad affrontare il 2019 con ancora più grinta. La vittoria della Coppa FIA R-GT, del Campionato Europeo Rally e di undici campionati nazionali di categoria, hanno sancito la superiorità tecnica delll’Abarth 124 rally su tutti i tipi di tracciato.

E la spider dello Scorpione punta per la prossima stagione a rimanere protagonista e difendere i titoli conquistati oltre che a primeggiare in ambito internazionale all’ERC, al cui interno vivrà il campionato monomarca Abarth Rally Cup 2019. Il monomarca si articolerà su 6 gare valide per il titolo continentale, quattro delle quali con percorso su asfalto e due su sterrato. Habitat naturali per il bolide Abarth che ha dimostrato di adattarsi perfettamente alle condizioni ambientali, dando il meglio di sé proprio sui tracciati a scarsa o difficile aderenza, grazie alle sue eccellenti doti di guidabilità, trazione ed equilibrio. Velocità, potenza e performance addirittura migliori di alcune concorrenti a trazione integrale. E i tecnici Abarth, grazie all’esperienza acquisita sul campo, hanno sviluppato ulteriormente il progetto dal punto di vista prestazionale, ne vedremo di belle in pista.

“L’Abarth 124 rally in solo due stagioni si è affermata come l’auto da battere nella classe R-GT, regalando emozioni lungo le strade e vittorie su tutti i terreni – ha commentato Luca Napolitano, head of EMEA Fiat & Abarth Brands -. Rally come il Montecarlo e il Tour de Corse sono stati il suo terreno di caccia: nel Principato la 124 Abarth si è inserita tra le WRC nella prova speciale più dura della corsa segnando il 4° tempo assoluto; in Corsica, la 124 rally non solo ha vinto ma le quattro auto in gara sono arrivate sotto la bandiera a scacchi una dopo l’altra.

L’anno prossimo vogliamo migliorare i risultati di quest’anno, continuando ad essere protagonisti a livello internazionale nell’ERC con una nostra Cup. In ciascuna gara ci sarà un’area dedicata Abarth con la nostra hospitality, che diventerà il punto di incontro per piloti e fan dello Scorpione. Inoltre, daremo supporto in tempo reale ai team grazie al servizio ricambi in gara e alla presenza capillare dei nostri tecnici”.

“Il racing fa parte – da sempre – dell’identità di Abarth e ne incarna i valori e la partecipazione alle corse permette di rinsaldare questo legame con la storia e con il futuro di Abarth. Inoltre ci consente di testare le novità tecniche e tecnologiche nelle condizioni più severe di sviluppo per il loro successivo travaso sui modelli di serie, perché vogliamo offrire ai nostri clienti prodotti sempre più performanti e affidabili”, ha concluso Napolitano. L’Abarth 124 rally è disponibile al prezzo di 110.000 euro inclusa la fee di partecipazione al campionato ERC. (s.b.)

Fonte: Repubblica

In Inghilterra entra nel Guinness dei primati

L’Abarth 124 Spider entra nel Guinness World Record grazie al pilota Alastair Moffatt, che ha stabilito il primato della più veloce figura “a otto” compiuta cinque volte intorno a due auto, facendo segnare un tempo di 45,66 secondi. Il particolare record è stato siglato nel luglio scorso in occasione della Chateau Impney Hill Climb con un esemplare di serie della sportiva italiana. Le uniche accortezze applicate per trarre il massimo delle prestazioni sono state la disattivazione dell’Esp e la modifica della pressione dei pneumatici, così da esaltare la manovrabilità della due posti.

Per festeggiare promozioni all’acquisto. Moffatt è uno stuntman noto a livello mondiale ed è già entrato nel Guinness per altre prove, fra le quali il parcheggio parallelo tra due auto sia a marcia avanti sia indietro nel più ristretto spazio possibile. Per celebrare questo nuovo primato la filiale inglese dell’Abarth ha deciso di lanciare una promozione per l’acquisto della 124 fino alla fine del 2018, con una rata particolarmente vantaggiosa.

Fonte: Quattroruote 

Arrivano le versioni 70esimo Anniversario

Reduce dal record di vendite nel 2018 con quasi 23.500 vetture consegnate in Europa, il marchio Abarth celebra nel 2019 il settantesimo anniversario e per questo ha realizzato una gamma commemorativa, presentata nel corso del Rally di Monte Carlo appena concluso.

Tutte le Abarth del 2019 saranno speciali. I modelli 595, 124 Spider e 124 GT prodotti nel 2019 saranno infatti caratterizzati dai loghi commemorativi 70esimo Anniversario sulla carrozzeria, rendendoli così unici nel loro genere. La gamma della 595 è stata recentemente aggiornata con l’introduzione dei motori Euro 6d-Temp e di un nuovo infotainment, mentre la 124 è proposta nelle versioni Spider, Turismo e GT, con quest’ultima dotata di hardtop fisso.

Sconti sugli accessori Mopar per i clienti del 2018. Come ulteriore ringraziamento ai clienti che hanno scelto una Abarth nel 2018 la Casa dello Scorpione lancia una promozione legata agli accessori Mopar. Per questi clienti sarà infatti possibile ottenere una riduzione del 20% del prezzo dei battitacco di carbonio della 595 e una riduzione del 30% per la barra duomi della 124 Spider e GT, ordinando questi componenti entro il 30 giugno.

Fonte: Quattroruote

F1 2019, Alfa-Sauber diventa Alfa Romeo Racing

Cambia denominazione il team Sauber nel mondiale 2019. L’iscrizione di Alfa Romeo Racing sottolinea l’impegno sempre maggiore del marchio FCA a supporto dell’attività della scuderia elvetica, che resta indipendente per proprietà e gestione

FABIANO POLIMENI 01 feb – 11:00 ALFA ROMEO RACINGSAUBERFORMULA 139

La metamorfosi avviata nel dicembre del 2017, con l’arrivo di Alfa Romeo quale title sponsor del team Sauber, prosegue. Al mondiale ormai dietro l’angolo, il team parteciperà col nome di Alfa Romeo Racing. Ben più di una sponsorizzazione e operazione commerciale si è dimostrato essere il connubio Alfa-Sauber nel 2018, sottolineato dal rafforzamento dell’area tecnica a Hinwil – a poter contare su infrastrutture d’eccellenza in Formula 1 -, con l’arrivo di tecnici di primo piano, tra i quali Simone Resta dalla Ferrari. 

Continuerà a esserci l’indipendenza gestionale della Sauber, con Frederic Vasseur team principal, nonché assetti proprietari immutati. Vasseur che ha commentato: “Con grande piacere annunciamo la nostra partecipazione al Campionato del Mondo di Formula 1 2019 con il nuovo nome “Alfa Romeo Racing”. Dall’inizio della collaborazione con il nostro title sponsor Alfa Romeo nel 2018, abbiamo ottenuto notevoli progressi tecnici, commerciali e sportivi.

I risultati hanno ripagato il grandissimo impegno profuso e questo ha dato una forte motivazione a tutti i membri del team, sia in pista sia al quartier generale in Svizzera. Intendiamo continuare a sviluppare ogni ambito del team, portando avanti la nostra comune passione per le corse, la tecnologia e il design”.

Il progetto Alfa Romeo in Formula 1 si è riempito di contenuti – e risultati – nel corso del 2018, un’idea a lungo coltivata dal presidente Marchionne, a sottolineare l’appartenenza di Alfa Romeo alla Formula 1. 

Alfa Romeo Racing è una denominazione nuova che, tuttavia, può vantare una lunga storia di successo in Formula 1. Siamo orgogliosi di collaborare con Sauber nell’impresa di portare la tradizione di eccellenza tecnica e stile italiano, caratteristica del marchio Alfa Romeo, alle vette delle competizioni motoristiche. Non ci sono dubbi: con Kimi Räikkönen e Antonio Giovinazzi al volante e l’esperienza Alfa Romeo e Sauber, gareggeremo per dire la nostra”, ha dichiarato Mike Manley, a.d. di FCA.

Alfa Romeo Racing – nel logo con un richiamo diretto al primo impegno ufficiale nelle competizioni, targato 1910 – svelerà la nuova monoposto il prossimo 18 febbraio a Barcellona, sebbene sia previsto un filming day già il 15.

Novità Alfa Romeo 2019: ibrida e suv C attesi per fine anno

Il 2018 si è concluso in maniera non eccezionale per Alfa Romeo. A far sorridere la Casa di Arese sono solamente i dati di vendita negli Stati Uniti. Oltre oceano, infatti, Alfa Romeo ha totalizzato quasi 24 mila unità commercializzate con una crescita vicina al 100 % rispetto alle circa 12 mila del 2017. Ma tornando in Europa i dati sono in rosso e la situazione non è ottimale.

In Italia Alfa Romeo nel 2018 è calata del 4,90 % vedendo in totale 43.112 unitàcontro le oltre 45 mila dell’anno precedente. La quota di mercato sull’intero anno è scesa al 2,26 % ed addirittura il mese di dicembre 2018 ha fatto registrare un calo di oltre il 33 % (1.919 unità vendute). Alfa Romeo non se la passa meglio in Germania, altro mercato fondamentale del vecchio continente. Il calo nel 2018 rispetto al precedente anno è stato del 10,8 % con 5.436 auto vendute.

Per il 2019 la situazione sembra presentarsi piuttosto critica. Quello che è appena iniziato potrebbe rivelarsi l’ennesimo anno di attesa per gli appassionati della Casa del Biscione. Le vendite faranno fatica a decollare specie in Italia. Il merito va all’ecotassache potrebbe colpire diversi modelli Alfa Romeo. La Giulietta 1.4 turbo a benzina da 120 CV emette 164 g/km di CO2 e sarà soggetta al rincaro voluto dal Governo. Tutte le versioni a benzina della Stelvio corrono lo stesso rischio. Il suv di Alfa Romeo che sta risultando il modello più apprezzato della Casa potrebbe far registrare una contrazione nelle vendite.

Le novità previste per il 2019 ci sono, ma sono tutte relegate per la fine dell’anno. Le vendite rimarranno dunque basse, almeno in Europa. In America le sorti saranno diverse. Lì i motori grossi piacciono ed il costo del carburante non è un problema. Per incrementare le vendite, Alfa Romeo ha pensato all’introduzione di una nuova motorizzazione. La Stelvio my 2019 sarà dotata oltre oceano del 2.0 litri turbo da 280 CV con cambio automatico ad 8 marce. Sono previsti sia l’allestimento a trazione posteriore che quello 4×4 con prezzi d’attacco di circa 40 mila dollari.

Qui da noi ci attendiamo delle belle anteprime verso l’autunno o al massimo inizio inverno 2019. Parliamo del suv di segmento C che potrebbe essere chiamato Kamal. L’auto sarà costruita a Pomigliano d’Arco su base Jeep. Sarà utilizzata la piattaforma Small Wide di Jeep Compass, Jeep Renegade e Fiat 500X. Il nuovo suv Alfa Romeo avrà inizialmente motori a benzina ed a gasolio con l’introduzione dei Fire Fly negli allestimenti 1.0 da 120 CV e 1.3 da 150 e 180 CV. Non prima della metà del 2020 arriverà anche la versione ibrida plug-in con circa 220 CV e 30-40 km di autonomia in modalità elettrica. La tecnologia sarà quella che per ora è in fase di sviluppo negli stabilimenti di Melfi.

Per quanto riguarda i diesel, ci saranno sicuramente il 2.2 da 160 e da 190 CV. La versione d’attacco dovrebbe avere il 1.6 da 120 CV. Il prezzo base del nuovo suv Alfa Romeo dovrebbe essere di circa 26 mila euro. Dimensioni da auto media con circa 4,4 metri di lunghezza. Il suv avrà trazione anteriore e versioni a quattro ruote motrici. Con una discreta probabilità ci saranno anche motori con tecnologia ibrida leggera.

Novità 2019 per Stelvio e Giulia

Per le già presenti Alfa Romeo Giulia e Stelvio il 2019 potrebbe essere l’anno dell’introduzione della tecnologia ibrida. La novità è sempre prevista per la fine del 2019, non aspettiamoci nulla prima. Il 2019 potrebbe anche portare il restyling della Giuliache ormai si appresta a tagliare il traguardo di metà carriera.

Le versioni ibride o micro ibride potrebbero essere molteplici, ma andiamo per grado. Nulla sembra possa arrivare sui motori a gasolio, mentre per quanto riguarda quelli a benzina in Alfa Romeo sembra stiano pensando alla soluzione del micro ibrido. L’obiettivo e quello di stare al di sotto della fatidica soglia dei 160 g/km di CO2. Per le versioni 2.0 litri turbo (sia della Giulia che della Stelvio) da 200 e da 280 CV potrebbe debuttare un sistema mild hybrid. Non è altro che una piccola turbina ad attivazione elettrica attivata da un sistema a 48 V che permette un leggero incremento di potenza ed una maggiore efficienza dell’auto.

In questo modo si limiterebbe l’aumento di massa dell’auto garantendo allo stesso tempo una manciata di cavalli in più e soprattutto emissioni tagliate circa del 15-20 %. Si pensa anche all’ibrido vero e proprio (forse anche ricaricabile) per le due auto. Alfa Romeo Stelvio e Giulia potrebbero beneficiare di almeno 60-70 CV nelle due versioni a benzina del 2.0 litri turbo grazie ad un motore elettrico con pacco batterie agli ioni di litio. La tecnologia potrebbe derivare da quella adottata in Formula 1 e potrebbe anche essere introdotta sul già potente 2.9 litri turbo. In questo modo le versioni Quadrifoglio Verde potrebbero avvicinare se non superare i 600 CV di potenza complessiva. Con questa motorizzazione sembra verrà proposta anche (ma non prima di metà-fine 2020) la Giulia coupèPer finire salutiamo gli amici del sito Clubalfa che sicuramente ci leggeranno!!

Fonte: www.motori.news