Autore Topic: New Fiat Tipo  (Letto 1567 volte)

Dariofast

  • Abarth Nel Cuore
  • Amministratore
  • Utente anziano
  • *****
  • Post: 398
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • Italian Racing Club
New Fiat Tipo
« il: Marzo 27, 2017, 10:53:05 am »
New Fiat Tipo


La Fiat Tipo (nome in codice 4 Porte Tipo 356, 5 Porte Tipo 357 e Station Wagon Tipo 358), denominata Fiat Ægea in Turchia, è una berlina compatta, prodotta dalla casa automobilistica italiana FIAT dal 2015 e commercializzata, nel mercato EMEA, a partire dal dicembre dello stesso anno.
Si tratta del primo dei tre modelli previsti dal Progetto Ægea e va a sostituire direttamente la Fiat Linea nei paesi EMEA dove questa era distribuita. A differenza della Linea, la "Tipo" viene distribuita anche in Italia, dove torna a coprire un segmento lasciato vuoto da molti anni all'interno della gamma FIAT, che fino ai primi anni del duemila era occupato in parte dalla Fiat Brava e poi dalla Fiat Marea.



Contesto

La "Tipo", nella versione berlina 3 volumi, è la prima di una famiglia di vetture nate dal cosiddetto Progetto Ægea, un progetto industriale che ha lo scopo di individuare e sviluppare, in base alle caratteristiche dell'area EMEA, dei mezzi di trasporto con caratteristiche diverse fra loro ma tutti destinati allo stesso target, che nei vari paesi (molto diversi fra loro sparsi fra Europa, Medio Oriente e Africa) ha gusti ed esigenze diverse. Il progetto prevede tre modelli caratterizzati da alta abitabilità, comfort di marcia, elevata capacità di carico.

A questa distribuzione selettiva fa eccezione l'Italia, dove la "Tipo" è presente pur mancando da anni una tradizione nelle berline medie compatte con carrozzeria tre volumi. La vettura riprende il nome di un modello FIAT che negli anni ottanta/novanta ebbe un grande successo, la Fiat Tipo del 1988.[5] La distribuzione avviene in 40 paesi fra Europa, Africa e Medio Oriente ma, come è successo per la Fiat Linea, il costruttore ha dichiarato che potrebbe essere esteso ad altre aree del mondo (come il Sud America) rendendo di fatto la Fiat Tipo del 2015 una world car. A prova di ciò, dal 2016 la Tipo verrà venduta come Dodge Neon sul mercato messicano con alcune leggere modifiche, tra cui la calandra recante la tipica croce, segno distintivo del marchio statunitense.

Modelli

In occasione del Salone dell'auto di Ginevra sono state presentate al pubblico le versioni a 5 porte e la familiare. Le nuove versioni portano in dote la plancia rivista rispetto a quella della versione a 4 porte con l'introduzione del sistema di infotaiment Uconnect HD Tablet con schermo da 7 pollici (che verrà in futuro dotato di Apple Carplay e Android Auto) e esternamente i fari con luci diurne a LED.

La 5 porte ha una lunghezza inferiore di 16 cm arrivando ad una dimensione complessiva di 437 cm con una larghezza di 179 cm e di una altezza di 150 cm, con un bagagliaio che ha una capacità di 440 l. Esteticamente differisce completamente nella parte posteriore rispetto alla versione 4 porte. Le sagome delle portiere a "gomito", il lunotto, i fari allungati verso interno del portellone e il paraurti posteriori sono inediti.

La Tipo Station Wagon misura 457 cm di lunghezza e 151 cm di altezza, mentre la larghezza rimane invariata. L'estetica riprende maggiormente gli elementi della 5 porte rispetto alla 4 porte, come l'intera parte del portellone posteriore molto simile alla 5 porte. A variare è la portiera posteriore con un diverso disegno a "gomito" e l'aggiunta di una terzo vetro laterale. La capacità di carico è di 550 litri, con un bagagliaio che ha una seduta posteriore abbattibile separatamente, nel rapporto 60/40, che una volta abbattuto forma un piano di carico lungo 1,80 m.
Posteriore di una Fiat Tipo Station Wagon

Le motorizzazioni sono un 1.4 benzina da 95 CV e un 1.4 120 CV a GPL. Per le versioni diesel è presente un 1.3 diesel da 95 CV abbinato al cambio manuale a 5 rapporti e un 1.6 da 120 CV abbinato al cambio manuale a 6 rapporti e tutte le motorizzazioni sono Euro 6. Inizialmente gli allestimenti previsti erano tre, "Easy", "Lounge" e "Business", poi estesi a 4 con l'introduzione dell'allestimento "Pop", che si posiziona prima dell'"Easy".

Progettazione


La progettazione è avvenuta in Italia da FCA Italy, a Torino (che è anche la sede EMEA di Fiat Chrysler Automobiles). Anche il design stilistico ha avuto luogo a Torino, presso il Centro Stile Fiat sotto la direzione di Roberto Giolito. Lo sviluppo è invece avvenuto fra Torino e Bursa, dove FIAT ha il proprio centro di ricerche e sviluppo per il medio-oriente, essendo il veicolo pensato principalmente per il mercato turco ed est europeo

Produzione

La produzione avviene negli stabilimenti FIAT di Bursa in Turchia e viene gestita dalla TOFAŞ, un'azienda fondata da FIAT nel 1969 in società mista con un produttore locale.

Descrizione

Si tratta di una berlina a 4 porte con carrozzeria a tre volumi (con la coda) omologata per 5 persone e lunga 4 metri e mezzo circa. Le sospensioni della Tipo hanno uno schema McPherson per quelle anteriori e a ruote interconnesse per quella al posteriore. Stilisticamente la vettura è caratterizzata da fari grandi, ampio padiglione, esteso volume di bagagliaio, fiancata robusta e pulita. La capacità di carico dichiarata bagagliaio è di 550 litri. La capacità del serbatoio carburante è 45 litri.[10] L'auto in produzione è in vendita dagli inizi di dicembre 2015 con le versioni Opening edition e Opening edition Plus. Nel giro di poco più di un mese sono stati ordinati circa 5000 esemplari della versione berlina a 4 porte.

Sicurezza

Nelle prove d'impatto effettuate dalla Euro NCAP nel novembre 2016, la Tipo 5 porte ha ottenuto due risultati diversi, rispettivamente tre stelle con l'equipaggiamento di sicurezza di serie e quattro[12] con quello optional, dotato quest'ultimo del Safety Pack che comprende AEB.

Motori



La Prova

AlVolante.it - Fiat Tipo: piacevole anche nel prezzo

Spaziosa, comoda e resa briosa dal suo 1.6 turbodiesel, la nuova Fiat Tipo non costa molto in rapporto alla ricca dotazione. Anche se, su alcuni dettagli, qualche risparmio c’è.



Fiat Tipo 1.6 Multijet 120 CV Opening Edition Plus

Unica

Torniamo a parlare della Fiat Tipo in questo test, più approfondito, dopo una prima presa di contatto con un esemplare di preserie, non ancora del tutto definitivo nei dettagli (leggi qui la news). Questo nuovo modello di medie dimensioni (453 cm la lunghezza) fa parte di una categoria (quella delle classiche berline a quattro porte) che, in Italia, non incontra un favore diffuso: dalla sua, però, la nuova Fiat Tipo ha la mancanza di concorrenti dirette (altri modelli simili come architettura sono di dimensioni maggiori) e un interessante rapporto dotazione/prezzo. L’aspetto sobrio, gradevole e con un certo slancio (grazie al lunotto molto inclinato che, però, riduce la visibilità) è moderno e mostra dettagli ricercati: per esempio, la mascherina frontale con la puntinatura della griglia in rilievo (crea un effetto visivo “3D”), i fanali “ad arco” e le due gobbe sul tetto, che offrono più spazio nell’abitacolo e irrigidiscono la struttura della vettura.

Ricca dote di serie

Già in vendita, la Fiat Tipo è proposta con il 1.4 a benzina da 95 CV e con il 1.6 turbodiesel da 120 (quello del test). Due anche gli allestimenti, caratterizzati da una dotazione completa e da un prezzo interessante. La Opening Edition (14.500 euro a benzina, 18.700 per quella a gasolio) ha di serie sei airbag, i cerchi in lega di 16”, il climatizzatore automatico, i fendinebbia, la radio mp3/Bluetooth con le prese Aux e Usb, i retrovisori a regolazione elettrica e il sedile di guida registrabile in altezza. La Opening Edition Plus del test (19.900 per la turbodiesel) aggiunge il cruise control, il navigatore (che mostra le sue indicazioni anche nel monitor del cruscotto), la retrocamera e le ruote di 17”. Peccato che, nemmeno a pagamento, sia previsto il lettore di cd. Per tutte le versioni è in corso una promozione che, in caso di permuta o rottamazione, accorda uno sconto di 2.000 euro.

Avanti, c’è posto


Ben accessibile l’abitacolo della Fiat Tipo è spazioso: quattro adulti stanno comodi e una quinta persona al centro del divano può contare su una seduta piatta, non ha intralci fra i piedi e (a meno di avere una statura che supera i 180 cm) non rischia di toccare il soffitto con la testa. Ok anche la posizione di guida, con i comandi disposti come si deve: lo schermo del navigatore, in alto alla stessa altezza del cruscotto, è ben visibile, e le “manopolone” del climatizzatore si individuano subito. Il volante si regola anche in profondità e il sedile prevede pure la registrazione lombare, a comando elettrico. Peccato che lo schienale presenti una poco pratica regolazione a scatti. Nulla da ridire sulla disponibilità di portaoggetti: sono numerosi e capienti (soprattutto quello alla base della consolle, completo di prese Aux e Usb). Nelle finiture, tuttavia, qualche risparmio è inevitabile. Se la zona superiore della plancia, rivestita in materiale morbido al tatto, è gradevole, non altrettanto si può dire dei pannelli delle porte, decisamente più rigidi. E c’è un’altra scomodità, non trascurabile per un’auto da famiglia: gli attacchi Isofix, annegati alla base dello schienale del divano, sono poco accessibili (una cornice in plastica sarebbe bastata per migliorarne l’accessibilità). Apprezzabili, invece, certe accortezze quali il rivestimento morbido degli attacchi delle cinture di sicurezza (regolabili in altezza), per evitare che facciano rumore urtando contro il tunnel o i sedili. Il bagagliaio è facilmente accessibile (la bocca è larga fino a 1 metro e alta 50 cm) e capiente. Inoltre, il divano può essere ripiegato in due sezioni, ottenendo un piano di carico lungo ben 212 cm.

Facile facile

Nella guida, la Fiat Tipo 1.6 16V Multijet Opening Edition Plus è intuitiva e per nulla affaticante. Lo sterzo è preciso e della giusta consistenza, mentre il cambio si manovra agevolmente. approfittando della vivacità dei 120 cavalli del poco rumoroso “1600” turbodiesel e dell’agilità dell’auto (favorita dalle sospensioni piuttosto solide), ci si più anche divertire. Del comfort in generale non ci si può lamentare, gli unici fastidi per i passeggeri (fruscii aerodinamici generati dai retrovisori e rumore di rotolamento delle gomme) si avvertono alle andature autostradali. Alla fine del test, condotto su strade dall’andamento poco scorrevole, il computer di bordo ha registrato una media soddisfacente: circa 14 km/l.

Secondo noi

Pregi
> Guida. Facile e gradevole.
> Motore. Ha brio e non alza la voce.
> Prezzo. Allettante in relazione alla dotazione di serie.
> Spazio. Persone e bagagli hanno tutto l’agio necessario.
 
Difetti
> Dettagli. Alcune finiture e l’insonorizzazione dell’abitacolo potevano essere meglio curati.
> Lettore di cd. Non è previsto, neppure a pagamento.
> Sedili. La regolazione a scatti dello schienale è scomoda.
> Visibilità. Dietro è difficoltosa, per fortuna la telecamera è di serie.
« Ultima modifica: Marzo 27, 2017, 10:54:45 am da Dariofast »
Quando il Cuore Pulsa ad ogni Battito del Motore, L'Adrenalina spinge l'acceleratore e il cervello tiene gli occhi sull'asfalto.



There are any comments for this topic. Do you want to be the first?